Film e Fumetti

Vale la pena andare al cinema a vederlo?

Il film Wonder Woman 1984 diretto da Patty Jenkins e interpretato da Gal Gadot, Chris Pine, Pedro Pascal e Kristen Wiig è finalmente uscito.

Dopo molti ritardi è già stato rilasciato Wonder Woman 1984il seguito del grande successo del 2017 che ha elevato il regista Patty Jenkins (Monster, I Am the Night) e ne ha fatto una super star Gal Gadot. Ora possiamo vedere il tanto atteso film che questa volta porta l’azione negli anni ’80 nel bel mezzo della Guerra Fredda, invece della Prima Guerra Mondiale.

Prima di iniziare con la critica di Wonder Woman 1984, dobbiamo ricordare che è necessario mantenere fresca nella nostra memoria la prima rata. Dal momento che ci sono molti riferimenti, soprattutto al rapporto tra Diana Principe (Gal Gadot) e Steve Trevor (Cris Pino).

Sinossi del film:

La storia di Wonder Woman 1984 È molto semplice, attenzione SPOILER. Diana Principe ha combattuto segretamente il male in tutti questi anni. Lavora allo Smithsonian Museum di Washington DC e lì si incontra Barbara Minerva (Kristen Wiig) una donna un po’ goffa a cui nessuno presta attenzione. Dopo cosa donna-meraviglia riesce ad evitare una rapina in una gioielleria, vengono recuperate alcune opere d’arte molto antiche. Tra di loro c’è una pietra che sembra inutile, ma in realtà esaudisce il desiderio più profondo delle persone.

Diana Principe vuole stare di nuovo con te Steve Trevor. Mentre Barbara Minerva vuole somigliarle, non sapendo che è una supereroina e che questo le conferisce poteri, come velocità e super forza. Mentre Massimo Signore (Pedro Pascal), un uomo d’affari che ha creato uno schema piramidale, brama questo potente oggetto e diventa la pietra stessa, esaurendo i desideri di tutte le persone. Ma quando il mondo intero può realizzare i suoi desideri, la civiltà come la conosciamo cade. È successo diverse volte in passato e solo donna-meraviglia puoi evitare il disastro.

Recensione del film:

Wonder Woman 1984 Ha una storia così semplice che è stato difficile superare il film originale. Inoltre, da allora gli mancava un grande cattivo Massimo Signore è una specie di Lex Luthor ma con un buon cuore e ovviamente ghepardo Non è all’altezza. Tanto che per fare qualche danno ci hanno solo pensato Diana Principe stava perdendo poteri nel più puro stile Superuomo 2 (1980).
Anche così, ha momenti molto buoni come il grande inizio sull’isola di Themyscira, alcune scene d’azione, il ritorno di Steve Trevor e controlla come si inserisce negli anni ’80.

Ma forse la cosa peggiore del film è che ci vuole molto tempo, dal momento che la sceneggiatura manca di forza, perché si vedono le intenzioni di tutti i personaggi molto presto e poi sono solo scene d’azione mescolate con alcune scene d’amore per arrivare al punto. conclusione logica. Ci sono anche molti messaggi sul fatto che cedere ai desideri è male, anche se almeno ti convincono che devi avere fiducia nell’umanità.

Il più preoccupante di Wonder Woman 1984 ci sono alcuni momenti in cui gli effetti speciali sono improvvisamente pessimi. Non succede in scene diverse, ma nel bel mezzo di un inseguimento tutto diventa improvvisamente molto squallido e poi torniamo a momenti brillanti. Sembra quasi che lo abbiano fatto apposta mescolando effetti speciali attuali con quelli degli anni ’80. ghepardo è ricreato piuttosto male, specialmente nel combattimento finale che sembra piuttosto scuro in modo che gli effetti non siano così evidenti, ma è comunque piuttosto deludente. Almeno l’armatura d’oro è piuttosto impressionante. Ti fanno anche venire voglia di fare un film con un budget elevato Cavalieri dello Zodiaco (San Seiya).

Gli attori salvano il film.

Nonostante la sceneggiatura Wonder Woman 1984 è piuttosto debole, gli attori Gal Gadot, Chris Pine, Pedro Pascal e Kristen Wiig sono superbi Ognuno nel suo ruolo è molto coinvolto e uniforme Gal Gadot offre registri diversi, poiché va dall’essere la grande supereroina di DC Comics una donna ferita quasi senza forza. Mentre Kristen Wieg è tutto il contrario, dal momento che passa dall’essere un disastro a un super predatore. Ma senza dubbio quello che spicca di più lo è Pietro Pasqualedal momento che viene mostrato scatenato e possiamo vedere tutto ciò che può offrire quando non ha un elmo mandaloriano che gli copre il viso.

È un peccato che non amino di più il DCEU.

Wonder Woman 1984 fa parte di un universo cinematografico condiviso ma a differenza dei Marvel Studios non ci sono quasi riferimenti o “uova di Pasqua” che ai fan piace così tanto. lo sappiamo già Warner Bros consente ai tuoi creativi di lavorare più liberamente, ma potresti menzionare qualcosa in merito l’uomo d’Acciaio (2013), batman contro superman (2016), Lega di giustizia (2017) o Aquaman (2018). Potrebbe essere un po’ complicato dato che è ambientato negli anni ’80, ma non l’hanno ancora nemmeno provato.

Ma… Vale la pena andare al cinema a vedere Wonder Woman 1984? Stranamente dopo questa recensione, la risposta è sì. Dal momento che abbiamo lasciato il meglio per ultimo ed è la sua colonna sonora. Dal momento che è tremendo e i sedili della sedia vibravano. Pertanto il film riesce, con tutti i suoi difetti, ad essere una vera esperienza grazie alla musica di han zimmer.

A proposito, ci sono scene post-crediti. Se vuoi sapere cosa puoi vedere, ti lasciamo questo link.

Lascia un commento

CINEMA: prima immagine dell’adattamento di Batman: The Killing Joke

Mark Hamill e Kevin Conroy tornano nei panni di “Batman” e “Joker” nell’adattamento animato del classico dei fumetti “THE KILLING JOKE (Batman: The Killing Joke)” Come se non fosse già abbastanza impressionante poter vedere Batman e Superman insieme in azione in quello che si preannuncia uno dei film dell’anno, o almeno uno dei più attesi,

Leer más »

Abbiamo parlato con il direttore alla chiusura della FCZ

Fernando Trueba arriva alla chiusura del Saragozza Film Festival e lo intervistamo. Fernando Trueba continua a ricevere premi. Premio per il miglior film d’animazione la scorsa settimana al European Film Awards a Berlino. Adesso, Premio Città di Saragozza al galà di chiusura del 16a edizione del Festival del cinema di Saragozza. R) Sì, Abbiamo potuto

Leer más »

David Baldeón firmerà allo stand Milcomics.com

Il XIII Fiera del fumetto di Saragozza è proprio dietro l’angolo, e tra i suoi illustri visitatori ci sarà il fumettista David Baldeón, noto per il suo lavoro per la Marvel. L’artista di Santander visiterà il concorso su invito della libreria Milcomics.com, presso il cui stand firmerà copie dei suoi fumetti il ​​13 e 14

Leer más »

Reassemble’, la nuova Marvel

Degno di nota! Non perdetevi il sensazionale teaser trailer di ‘Avengers: Reassemble’, un nuovo videogioco Marvel in collaborazione con Square Enix Che passaggio! Già ieri vi avevamo avvertito che la Marvel stava preparando una piccola sorpresa. O era il primo trailer ufficiale di ‘Thor: Ragnarok‘ o avremmo un nuovo videogioco. Il primo non potrebbe essere.

Leer más »

“‘Wonder Woman’ è il miglior film del 2017”

L’attore che dà vita a Thor nel MCU, Chris Hemsworth, lusinga la concorrenza dicendo che “Wonder Woman” è il migliore del 2017. Chris Hemsworthl’attore che interpreta Thor a Universo cinematografico Marvel (MCU) da Marvel Studiosha lusingato Immagini della Warner Bros e a Universo esteso DC (DCEU) svelando il suo film preferito del 2017. Niente di

Leer más »

I 5 film di maggior incasso del 2016 finora

L’anno è a metà e lo celebriamo riunendo i 5 film di maggior incasso. Se diamo una rapida occhiata all’elenco, ci rendiamo conto che i film di maggior incasso sono quasi tutti i supereroi. Inoltre, la Disney è la dominatrice con 3. Ci sarà una premiere nel resto dell’anno che riuscirà a intrufolarsi nella Top-5.

Leer más »

Come e dove puoi vedere il nuovo film Disney, Mulan

La prossima settimana Mulan aprirà in Spagna ma lo farà direttamente su VOD La Disney ha annunciato che Mulan uscirà in alcuni paesi il 4 settembre atramite l’accesso Premium alla sua piattaforma di streaming Disney +. Il film sarà visibile a tutti gli abbonati Disney+ esistenti con accesso premium a Mulan per un costo aggiuntivo

Leer más »