Film e Fumetti

Una delusione al culmine dei peggiori film dell’anno.

“La quinta ondata” È la conferma che la nuova premessa del film per adolescenti senza intrattenimento è possibile.

Sebbene l’idea del ritratto umano sia interessante, anche seria in più fasi, finisce per diluirsi tra luoghi comuni portati al surrealismo, opere marziali come giustificazione della stupidità umana e un compendio di futili romanzi, dall’insopportabile aroma infantile. J. Blakeson osa con una dinamica su cui è stato lavorato in precedenza, con una sceneggiatura incongrua che non mantiene belle immagini, né dialoghi utili. Quello che sembrava il nuovo principe della pubertà è diventato il ranocchio di tutto il pubblico. Una delusione al culmine dei peggiori film dell’anno.

La quinta ondata Chloe Moretz

L’adattamento del libro scritto da Rick Yancey riunisce tutte le storie precedenti sull’Apocalisse totale e assoluta per mano di alieni che ricordano sospettosamente i disegni di Alien (Ridley Scott, 1979). Storie in cui sono gli adolescenti che, disillusi da ogni trucco della trama, decidono di confrontarsi con l’egemonia di una razza diversa dalla propria. Blakeson soffre di riverberare attorno alla sindrome unitaria, attorno alla speranza di tutti uniti per la libertà, attorno a qualsiasi aspetto immaturo a cui aggrapparsi come l’ancora calata sul fondo del mare. Ed è qui che risiede la speranza di ‘The Fifth Wave’, nel profondo della fantascienza contemporanea, in cui si nasconde sotto il suo genere quando non può risolvere in modo credibile i problemi. Somiglianze come il tempo con il “Distretto 9” con l’eroina che scappa (accidentalmente) dal sistema nello stile “Il corridore di labirinti”, il tutto condito da storie d’amore tra umani apparentemente normali ed esseri meticci nel mezzo di una foresta cupa, emulando la saga di Twilight. L’interferenza narrativa che cerca di ingannare lo spettatore serve solo ad abbassare Blakeson al livello del burattinaio che viene coinvolto con più di due. Un film che non corre più rischi perché non può, perché nelle fasi in cui osa i dialoghi sono più tipici di un adolescente tratto da una sitcom americana. La sua verbosità nel ritrarre la fragilità e l’ignoranza umana si riflette in una frase così banale da invitare alla catastrofe; “Tesoro, è l’esercito, il nostro esercito, non succede niente”. Sorprendente come la sceneggiatura di Susannah Grant salti situazioni drammatiche che avrebbero potuto conferire al film un tono leggermente meno goffo, come preferisca essere un trampolino di lancio per il resto della saga, invece di approfondire i dettagli dell’analisi sociale che Yancey scrive con una certa modestia nella sua opera scritta. Se lo spettatore elimina un’intensa prima mezz’ora di creazione moderatamente interessante, si ritroverà in un inesplicabile deliquio drammatico. Fantascienza per adolescenti annoiati.

interpretazioni di Chloë Grace Moretz nel ruolo di Cassie Sullivan, Lev Schreiber come il colonnello Volsch e Maika Monroe che incarnano Ringer, sono al culmine di un’opera progettata in modo che i seguaci della saga letteraria si ricreino in una storia che zoppica instancabilmente attraverso ogni landa desolata che Grant colloca a tormentare lo spettatore. Il resto del cast naviga come meglio può tra lo sfruttamento eccessivo del proprio personaggio e un festival Deus Ex Machina tremendamente eccessivo da sopportare così a lungo.

L’insensata corsa di “La quinta ondata” rivela cosa significa rotolare contro il cronometro; progetto un esercizio a cui mancano diverse revisioni per presentarlo all’esame. Blakeson non è in grado di fornire una singola spiegazione che fornisca ragioni per leggere Yancey. Nemmeno quello. Una falsa distopia firmata, di nascosto, dalla Disney.

Lascia un commento

Peter Jackson rivela la sua scena preferita

Il regista Peter Jackson dice che la sua scena preferita de Il Signore degli Anelli è quella che non ha diretto lui, ma Fran Walsh. Il Signore degli Anelli è il gioiello della corona nella carriera di Pietro Jackson. E non è da meno. L’adattamento di Libri di JRR Tolkien è diventato uno dei trilogie

Leer más »

Shrek avrà un riavvio dal creatore dei Minions

Il creatore dei Minions è stato incaricato di realizzare un nuovo film di Shrek da zero. Per molto tempo, Shrek ha goduto di una serie di successo di sequel e spin-off, incassando un sacco di milioni di dollari al botteghino. Ora, 17 anni dopo l’adattamento animato di Andrew Adamson e Vicki Jenson dal libro di

Leer más »

Ecco come si sentono Tom Holland e Zendaya riguardo alla fine di Spider-Man

Spider-Man: Nessun modo per tornare a casa ha conquistato il botteghino dalla sua uscita nelle sale il 16 dicembre, ora Tom Holland e Zendaya hanno parlato della fine del film (EYE SPOILERS) Su uomo ragno: nessuna via di casa, Per la prima volta nella storia cinematografica del wall-crawler, viene rivelata l’identità del nostro eroe, vicino

Leer más »

La critica a ‘I nostri amanti’: il gioco della scoperta

L’approccio amoroso comporta un gioco che può essere accompagnato da una certa precauzione per non esporsi completamente e nascondere ferite e desideri, anche se i fattori condizionanti del passato sentimentale emergono man mano che si verificano gli incontri. Direttore Miguel Angelo Lamata articola le sfumature distintive del processo sentimentale in ‘I nostri amanti’, un film

Leer más »

Love and Thunder avrà una storia d’amore sorprendente

Il regista Taika Waititi ha rivelato che il film di Thor: amore e tuono avrà una relazione d’amore che sorprenderà i fan. Thor: Amore e tuono sarà uno dei film di maggior impatto del 2022 poiché continuerà gli eventi di Vendicatori: Fine del gioco (2019) e quindi possiamo vedere il Dio del tuono da Marvel

Leer más »

Cannes si arrende al nuovo film Pixar: ‘Inside Out’

Il film del creatore di “Monsters SA” e “Up” è stato elogiato dalla critica al festival di Cannes. Né il migliore dei drama né il più fantastico dei film d’azione: quello che ha davvero catturato la critica riunita al Festival di Cannes è stato l’ultimo film d’animazione della Pixar: ‘Alla rovescia’di Pete Docter. Un plauso

Leer más »

Il Superman di Henry Cavill non apparirà in Shazam 2

Il regista David F. Sandberg non commenta la questione e confermerebbe che Henry Cavill non interpreterà Superman in Shazam 2. Protagonista Zachary Levi, Shazam! presentato in anteprima 2019. Il film presenta la storia di Billy, un ragazzo orfano che cerca di scappare dalla sua ultima casa adottiva. Mentre cerca di scappare, finisce in una nuova

Leer más »

The Mandalorian pubblica l’artbook della prima stagione

Abrams Books pubblica il libro The Art of Star Wars: The Mandalorian dedicato alla prima stagione della fortunata serie Disney+ L’arte di Star Wars: Il Mandaloriano, ora disponibile su amazon presenta concept art esclusivi, schizzi di personaggi e costumi e design di veicoli e creature della prima stagione della serie. L’arte di Star Wars: Il

Leer más »