Film e Fumetti

Recensione di Steve Jobs. Arrenditi al talento di Boyle, Sorkin e Fassbender

Recensione del film di Steve Jobs basato sul famoso visionario della tecnologia.

Steve Jobs è pensato per tutti coloro che stanno ancora cercando di annullare il lato sociopatico del co-fondatore di Apple. Lasciando da parte la magnanimità dei suoi progetti e la correttezza politica dell’azienda di Cupertino, Danny Boyle si addentra nell’intra-storia di uno dei personaggi del 21° secolo. Una storia tenace e dal ritmo incalzante, in sintonia con lo stile di un regista che, aiutato dalla sceneggiatura di Aaron Sorkin e dalla brillante interpretazione di Michael Fassbender, è riuscito a insidiare le barriere della mitologia generate attorno al genio irriverente della sociologia, Steve Jobs, e entra nel suo vero antipasto; Lisa Brennan-Jobs.

Steve Jobs

È un film biografico ambientato in un ambiente di continui conflitti di lavoro, progetti falliti e fallimenti sentimentali, che finisce per abbandonarsi all’epopea del personaggio, senza esprimere giudizi di valore sul suo comportamento, ma anzi, si occupa di mettere tutti gli ingredienti su il tavolo affinché lo spettatore si formi la propria opinione. Un buon modo per delegare quella sfaccettatura e dedicarsi a narrare una storia da cui non ci si aspetta il portfolio di Apple o la configurazione della sua griglia di presentazione (sebbene quasi tutto avvenga tra i tre più importanti per la vita di Jobs, cosa non casuale). Boyle, Sorkin e Fassbender offrono, con umiltà, una struttura basata sui rapporti sentimentali del tycoon, una direzione e una prospettiva basata su dialoghi con alcune sfumature di intelligenza passiva, con strizzatine d’occhio che lasciano sfuggire un timido sorriso all’ostentazione di crudezza e impassibilità. del protagonista, e un’interpretazione che arriva al cuore. Infatti, e nonostante la possibilità di essere uno dei migliori ritratti cinematografici di Jobs, sembra che sia postulato come il pezzo che spezza una lancia a favore dell’orgoglio, dell’ambizione e dell’egocentrismo che ha fatto saltare in aria tutto ciò che fino ad allora. era previsto nel mondo dei computer. Ritornare ai suoi inizi, scavare nella capacità di dipanare i bisogni della massa sociale, di affermarsi come capofila di un progetto il cui nucleare gestisce, tecnicamente, non conosceva, per dimostrare che l’indifferenza verso i suoi parenti c’era solo dietro un capacità innata di scoprire nuove strade di innovazione e sviluppo nel regno dei PC, dietro il genio richiesto per dirigere un’orchestra del calibro di una mela morsicata. Il trattamento riservato alle figure di Steve Wozniak (Seth Rogen), Andy Hertzfeld (Michael Stuhlbarg), Joanna Hoffman (Kate Winslet) e John Sculley (Jeff Daniels) ma, soprattutto, la reiterazione del ruolo interpretato da Lisa (Makenzie Moss , Ripley Sobo e Perla Haney-Jardine) nella sua vita, mostrano quella predilezione per il lato intimo, personale e intangibile, che funziona in modo non convenzionale e lo fa senza abbandonare la veridicità di una storia degna di chi è il suo protagonista. Critica e allo stesso tempo rende omaggio, al battito di una mente che, oggi, è diventata il mito del visionario contemporaneo.

E al centro di questo vortice di sentimenti contrastanti e narrazioni che ci incoraggiano a continuare a credere nel grande cinema all’interno delle macchine hollywoodiane, c’è il genio della recitazione di Michael Fassbender. Oltre al grande ruolo di Winslet o a quelli di Stuhlbarg, Daniels e Rogen, la figura dell’attore tedesco è un’enorme spinta alle aspettative di Sorkin e Boyle, un impulso che supera ogni somiglianza fisica e lo trasforma nel carismatico fondatore che con uno solo uno sguardo o un sospiro trasmette ciò che c’è dentro, che si tratti di oneri familiari o di lavoro o entrambi insieme. Un lavoro che rappresenti i valori del tuo carattere; ambizione, adattamento e brillantezza.

Boyle e il suo team sono riusciti a risolvere tutte le sfaccettature che un tributo di questo calibro richiede; Di fronte a una tale epopea, naturalezza e correlazione di eventi, lo spettatore non può che arrendersi e attendere la prossima proiezione di tre geni del grande schermo come Boyle, Sorkin e Fassbender.

Trailer di Steve Jobs:

Lascia un commento

Nuovo trailer brutale per Mad Max: Fury Road – Movie Trailers

Il nuovo film “Mad Max” ha impiegato 30 anni per arrivare, ma l’attesa è valsa la pena. Il nuovo trailer di “Mad Max: Fury Road” È semplicemente brutale, sono sicuro che ci divertiremo molto quando lo vedremo al cinema. Gare, inseguimenti, violenze, esplosioni e azione, tanta azione è ciò che ci aspetta nel film e

Leer más »

Nuovo trailer esilarante di ‘GRU 3

Universal Pictures presenta un nuovo esilarante trailer di “GRU 3 – Cattivissimo me” GRU 3 – MY FAVORITE VILLAIN, il nuovo film della fortunata saga di animazione GRU. Cattivissimo me, prodotto da Illumination Entertainment (‘gru. Cattivissimo me’, ‘Gru 2. Cattivissimo me’, ‘Minion’, ‘Animali domestici’, ‘Canta!’), che accumula una raccolta mondiale di oltre 1.500 milioni di

Leer más »

La nuova tuta di Spidey è trapelata in “Spider-Man: Homecoming 2”!

Tom Holland può sentirsi fortunato ai Marvel Studios, perché gli danno sempre nuovi abiti in ogni film. È successo in ‘Civil War’, nella prima parte di Spider-Man da solo, in ‘Avengers: Infinity War’… E ora il suo nuovo costume esce in ‘Spider-Man: Homecoming 2’! Il nuovo outfit è trapelato! Spidey su ‘Spider-Man: Ritorno a casa

Leer más »

IT: Il capitolo 2 avrà un supercut di entrambi i film

Insieme a IT: Capitolo 2 presto per essere rilasciato Andy Muschiettiil regista del film, ha rivelato che gli piacerebbe realizzare un supercut che mostra scene cancellate, inedite e a figura intera. ARTICOLO: Episodio 2 si avvicina alla sua prima. La nuova avventura di club dei perdenti contro il terrificante a un centesimoprenderà forma diversi decenni

Leer más »

Alberto Jiménez Alburquerque firmerà copie di “La Carta 44” a Saragozza questo sabato

Alburquerque, fumettista della fortunata graphic novel ‘Lettera 44‘, sarà a Saragozza questo sabato per firmare copie dell’opera pubblicata da Norma Editorial. Sabato prossimo, 4 luglio, il fumettista Alberto Jimenez Albuquerquefirmerà le copie della graphic novel ‘Lettera 44‘ da dalle 12:00 alle 14:00 nella libreria specializzata milcomics.com (c/ Miguel Servetus, 52). Successo clamoroso di ‘La Carta

Leer más »

James Wan critica la decisione di cancellare Swamp Thing

Come tutti i fan di DC Comics, James Wan non capisce perché hanno cancellato la serie di Cosa della palude. Direttore James Wanpresentato in anteprima lo scorso anno Aquamanil film di DC Comics il maggior successo di tutto ciò che hanno fatto fino ad oggi, ha parlato della cancellazione della serie di la cosa della

Leer más »

John Lasseter avrà una stella nella Walk of Fame di Hollywood

Il regista premio Oscar John Lasseter, che il nostro collaboratore Diego Sánchez ha potuto intervistare (potete leggere l’intervista nel numero di luglio della nostra rivista digitale qui), entrerà a far parte dell’Olimpo delle star di Hollywood il 1° novembre. Quel giorno, il direttore creativo di The Walt Disney Company e Pixar Studios riceverà la sua

Leer más »

L’MCU avrà molto multiverso prima e dopo Doctor Strange 2

Kevin Feige assicura che l’MCU avrà molti riferimenti al multiverso prima e dopo Doctor Strange nel Multiverso della follia. Dopo più di dieci anni di film, Marvel Studios ha dato un gran finale al suo prime tre fasi insieme a Infinity War e Endgame. Alcune anteprime che sono diventate eventi cinematografici e che hanno battuto

Leer más »