Film e Fumetti

Recensione de “La leggenda di Tarzan”

A metà strada tra la tradizione del classico letterario e la paradossale modernità degli effetti stranamente antiquati, “La leggenda di Tarzan” vuole essere così tante cose che, come i bambini di cui parlavo Jim Morrison su ‘La fine’finisce per essere immerso in una folle follia.

David Yachts ha progettato in “La leggenda di Tarzan” il Re Scimmia più incongruo che si ricordi, facendo girare la voce che plastica e rifiuti organici seguano lo stesso percorso nella filiera del riciclo. In altre parole, separarli in anticipo non ha alcun senso, qualcosa come i movimenti di un personaggio che, invece di volare tra le vigne con la disinvoltura della sua famiglia della giungla, appare corrotto da una casta che i Clayton -i suoi genitori biologici- sempre hanno cercato di evitare.

È inevitabile pensarci La leggenda di Tarzan’ che questa riedizione del classico creata da Edgar Rice Burroughs è la più oscura e allo stesso tempo la più primitiva, tuttavia vi sono alcuni elementi che rimandano a una sorta di riflessione filosofica sulla natura dell’uomo nella società, sulle debolezze che trasformano la ragione in rabbia insondabile. Il problema è che l’intero guscio che copre la causa sociale, il dominio della schiavitù, della polvere da sparo e del piombo, persino il ritorno di quello spirito nella giungla che l’ha visto crescere, è ipertrofizzato dalla sua vera premessa: la storia eterna dell’eroe e della damigella , del villain sempliciotto che accende la miccia dell’Apocalisse e si dimentica di spegnere il gas.

La leggenda di Tarzan

La leggenda di Tarzan’ tenta di eludere il convenzionalismo di una sceneggiatura scritta da Stuart Beattie, Craig Brewer, John Collee e Adam Cozadcon una telecamera che si chiude nei primi piani, nel trasmettere sensazioni ovvie allo spettatore, nell’intrattenere tutti coloro che hanno sempre desiderato godersi la versione più sbalorditiva della nuova Clayton.

Yates alza la posta con ritmo, azione e scontri multipli, dopo un viaggio quasi ininterrotto con ostacoli di carta e il maggiore marchese Warren di Samuel L. Jackson su ‘Gli otto odiosi’ con un’identità diversa. Tuttavia, le carte del regista sono troppo ovvie per fare una mossa da maestro, quindi il gioco trova parallelismi con quello del conformista che conosce la sconfitta ma insiste nel complicarla. Un film che, nella ricerca del fattore differenziante, perde l’essenza del Re delle scimmie, quella tenerezza con cui un bambino viene coccolato senza termine né condizione.

“La leggenda di Tarzan” è così autodistruttivo che forse non ha motivo di essere altro che la sua capacità di ritrarre un essere umano capace di ripercorrere i suoi passi, di accarezzarne le origini e di rimanervi a vivere.

Noioso e prevedibile, il film fa tutto il possibile per intrattenere, per fungere da pettegolezzo per le famiglie numerose, ma i legami che uniscono ogni sottotrama sono così deboli che lo spettatore che intende annullarli dovrà solo sussurrare l’iconico urlo che ha trovato in Johnny Weissmuller nella sua voce migliore. In linea di massima, Yates è riuscita a far sì che la storia non venga ricordata solo per il suo background, ma anche per la sua presunta bellezza formale.

Lascia un commento

Alla fine del fumetto Naruto diventa Hokage

Per i fan dei fumetti e degli anime di Naruto, la sua fine arriva nel migliore dei modi con il suo protagonista il nuovo Hokage. Tutto è iniziato nel 1999 quando Masashi Kishimoto ha iniziato un manga su un villaggio di Ninja e con un bambino protagonista traumatizzato da un orribile passato, il suo obiettivo

Leer más »

Un controverso personaggio del MCU potrebbe riapparire in Shang-Chi

Shang-Chi e la leggenda dei dieci anelli potrebbero riportare un personaggio controverso nel MCU Il mandarino è stato in agguato sullo sfondo del Marvel Cinematic Universe da quando Iron Man è stato presentato per la prima volta nell’estate del 2008, con l’arcinemico di Tony Stark originariamente previsto per essere il grande cattivo del film prima

Leer más »

Dai vita al tuo personaggio horror preferito

L’estate è finita e, con l’autunno, arriva una delle feste più spettrali di tutto l’anno: Halloween. Sebbene abbia la sua origine in antichi rituali, gli ultimi decenni sono serviti per la sua espansione in tutto il mondo, compreso il nostro paese. E, senza dubbio, alcuni franchise di intrattenimento sono serviti a ispirare alcuni dei migliori

Leer más »

Zombie speciali (III): critiche a ‘Planet Terror’

Recensione del film Planet Terror. Poster di ‘Planet Terror’ con il personaggio di Rose McGowan ‘Cinemascomics.com’ continua con il suo ‘speciale zombie’. Dopo la critica di ‘feste zombie’ e ‘Alba dei morti’ora ci concentriamo su “Planet Terror”. Da buoni amici, Robert Rodríguez e Quentin Tarantino hanno unito le forze nel 2007 con un progetto congiuntoper

Leer más »

Spielberg conferma che Colin Trevorrow dirigerà JURASSIC WORLD 3

Sembra che ‘Star Wars: Episodio IXNon sarà l’unico franchise a riportare in vita il suo regista iniziale per chiudere una trilogia, dato che Colin Trevorrow tornerà a dirigere Jurassic World 3. Dopo aver resuscitato il leggendario franchise di ‘Jurassic Park’ Con un successo al botteghino di 1.600 milioni di dollari nel 2015, Colin Trevorrow tornerà

Leer más »

Gina Carano – Attrice – Cinemascomics.com

Gina Carano è la figlia di un noto quarterback di Dallas, Gina è la metà di tre sorelle, ed è considerata il “ragazzone” della famiglia. Ha deciso di iniziare le arti marziali a seguito di una conversazione con il suo ragazzo, che, a causa dell’alcol, si è conclusa con la promessa di “fare qualcosa con

Leer más »

Scena d’azione NEO e Trinity filtrata in Matrix 4

Il film Matrice 4 è in piena ripresa e possiamo vedere una scena filtrata in cui NEO e Trinità Saltano da un edificio. Alcune foto e video recenti dal set cinematografico di San Francisco dal film Matrice 4 abbiamo avuto il nostro primo assaggio della stella Keanu Reeves con un aspetto molto diverso dell’interpretazione del

Leer más »

rovine. Il volto scuro del pavimento della Casa delle Idee

Non tutto è brillante in Marvel, a volte danno un’occhiata al lato oscuro. E quello che vedono è un mondo in rovina. dopo il meraviglioso meraviglie di Kurt Busiek e Alex Ross, la Marvel ha continuato lo stile con L’occhio della macchina da presa di Roger Sterne completa il percorso con Blockbuster e Rovine. Il

Leer más »