Film e Fumetti

Rassegna musicale de ‘Lo hobbit. La battaglia dei cinque eserciti

Siamo prima del puntata finale della trilogia che precede la celebre saga de “Il Signore degli Anelli”, una composizione già mitica nella storia della musica da film. Howard Shore si presentò davanti al testimone di questi giudizi con l’indubbio peso dell’opera che aveva già creato, una delizia artistica che nel tempo era il retro che ora doveva affrontare. Compito difficile da svolgere per dare forma ad uno spartito che doveva essere direttamente correlato a quelli famosi già in tavola ma che, allo stesso tempo, doveva mostrare un volto indipendente e la sensazione di trovarsi davanti ad alcune note che ne furono l’origine di quelli.

Poster per 'Lo Hobbit.  La battaglia dei cinque eserciti
Poster per ‘Lo Hobbit. La battaglia dei cinque eserciti

La colonna sonora de ‘Lo hobbit. La battaglia dei cinque eserciti è l’esempio di come un grande progetto possa essere risolto con fedeltà e precisione. Paradigma anche dell’esatto modo in cui la sezione degli acuti dell’orchestra riesce a delineare motivi e sensazioni oscure e non rovinare la seria realizzazione della seconda e terza linea compositiva, come purtroppo è accaduto con i grandi blockbuster del 2014, ad esempio il caso del nostro Alberto Iglesias in ‘Esodo. Dei e re’.

L’inizio del film, musicalmente parlando, si concentra sull’ambiente impenetrabile e nero così noto da altre puntate. È così che si svolge per molti minuti, in particolare il primo terzo dell’avventura, ricorrendo a composizioni sottili ed eleganti basate sulle corde e su alcuni di questi bassi che mantengono intrigo e forza attraverso lunghi supporti descrittivi che emanano oscurità e mistero. La seconda delle tre parti in cui possiamo dividere l’applicazione musicale al film è, senza dubbio, la più potente. tutto gira intorno alla figura degli orchi e del loro capo, Azog. Shore riesce a creare uno dei frammenti più potenti e sinistri delle sei puntate. La grandezza con cui il compositore disegna le scene di questa seconda terza è ammirevole. Senza dubbio, una delle parti di maggior successo della saga “Lo Hobbit”.

Azog e “il suo punteggio” monopolizzeranno tutto d’ora in poi. La sua atmosfera violenta e nera sarà proiettata fino alla fine del combattimento e porterà al narrazione più spettacolare: la lunga battaglia che dà luogo al confronto del capo orco con il nano protagonista, un magnifico susseguirsi di ritmi narrativi con cui Howard Shore completa e culmina lo spettacolare disegno che ci ha offerto, pochi minuti fa e già commentato, sul personaggio Azog.

La ‘partitura’ sciama attraverso aree ferme e destinate e con la sua solidità compositiva e strutturale la L’opera acquisisce una propria autonomia e personalità per funzionare come una creazione di altissimo livello. Si discosta nettamente dalla qualità, epica e bellezza della composizione che chiudeva “Il Signore degli Anelli” e ci guida verso un altro modo di concepire un finale: serio, non stridulo e mettendo a destra la “ciliegina sulla torta” tempo e luogo. Dopo la figura di Azog, arriva la battaglia finale.

Concludendo, la terza puntata de “Lo hobbit” è di buon livello artistico e con una struttura e un’intenzione studiate e chiare. Potremmo commettere l’errore di rimanere delusi dalla sua leggera mancanza di belle melodie, sequenze sentimentali romanticamente adornate con le note del musicista o momenti d’azione più marcati con temi familiari o, se possibile, più definiti. E invece no, guardare l’opera e studiarla dalla partitura ci fa capire che siamo di fronte uno degli episodi più formali e riflessivi delle sei puntate.

Punteggio: 8,5

Lascia un commento

Intervista a José Manuel Fernández Oli

Il nuovo film di Blue Sky, spie sotto mentite spoglieè già nelle sale e Cinemascomics ha potuto intervistare José Manuel Fernández Oli, Charater designer dello studio e responsabile del design di Killian, il cattivo principale della storia Prima di condividere questa intervista con te, devo dire che volevo davvero che potessimo avere cinematografia a José

Leer más »

Stephen Amell pubblica foto sul grande crossover della DC TV

Il centesimo episodio di Arrow avrà tante sorprese e l’attore che dà vita al protagonista, Stephen Amell, ha voluto metterci il miele sulle labbra con la pubblicazione delle seguenti immagini Il centesimo episodio di Freccia è una delle date contrassegnate da DCTV, poiché in quell’episodio appariranno numerosi personaggi della serie DC. Questo crossover è ancora

Leer más »

Star Wars potrebbe fare una nuova trilogia con Rey

Il futuro di Rey nella saga di Star Wars potrebbe essere nei film. La saga galattica potrebbe realizzare una nuova trilogia con il personaggio femminile. Nonostante alcune decisioni certamente discutibili, La forza si risveglia e l’ultimo jedi Erano film piuttosto solidi all’interno della saga galattica. Tuttavia, L’ascesa di Skywalker ha realizzato la trilogia sequel di

Leer más »

Guy 2 più vicino alla realtà

poster di ragazzo gratis Il regista Shawn Levy rivela che il film Free Guy 2 esisterà con Ryan Reynolds come protagonista. Dato che la prima rata ha superato i 331 milioni di dollari al botteghino con un budget di 125 milioni, è normale che ci stiano già pensando FreeGuy 2. Anche se il regista tassa

Leer más »

Un videogioco sottovalutato dal pubblico

“The Last Guardian” era la terra promessa di PS3, ma è stata lasciata in un deserto su PS4. L’obsolescenza dei suoi motori grafici, però, non giustifica il disprezzo ricevuto dalla critica e dal pubblico. Probabilmente uno dei migliori videogiochi mai realizzati. Un’esperienza unica e memorabile, con uno sfondo emotivo, complesso e sensibile: la vittoria dell’amore

Leer más »

La protagonista della serie TV Marvel parla del significato culturale

Iman Vellani, protagonista della prossima serie Marvel Studios e Disney+, Ms. Marvel, parla della sua prima esperienza nel MCU. Disney+ e Marvel Studios non si fermano a rilasciare sempre più contenuti. Dopo la recente e controversa premiere di Vedova Nerala piattaforma già inclusa lo scorso 11 agosto Cosa succede se…? nel tuo catalogo Va ricordato

Leer más »

Rivelata la verità sul caos in Star Wars subito con “Rogue One”

A due anni dalla premiere dello spin-off di Star Wars, il regista e sceneggiatore che si è occupato delle riprese, Tony Gilroy, parla del film di Gareth Edwards e svela la verità sull’autentico caos subito alla Lucasfilm con ‘Rogue One’ . Sebbene il prodotto finale sia stato tremendamente applaudito dalla maggior parte dei fan della

Leer más »