Film e Fumetti

L’iperbole della parodia

Vuoi sapere qual è il meglio e il peggio dell’ultimo film di Matthew Vaughn? Questa è la nostra recensione di “Kingsman: The Golden Circle”.

Ero solito dire Valle Inclan che l’immagine più bella è assurda in uno specchio concavo. Che il significato tragico dell’esistenza può essere raggiunto solo attraverso un’estetica sistematicamente deformata. Su Spagna abbiamo portato queste lettere in strada. Adesso, immersi in un nuovo vicolo di specchi, navighiamo senza meta verso il grottesco patriottico. Un altro. Come se prendessimo la vita e la allungassimo fino a sfigurarla. finché non diventa l’iperbole della parodia. esattamente come il suo Matteo Vaughn ha fatto con ‘Kingsman: Il cerchio d’oro‘.

Vaughn è sempre stato un regista incline a deformare, alterare e distorcere i generi che riceve. La sua carriera cinematografica si è ridotta negli ultimi anni a poco più che essere il feticcio dell’audiovisivo Marco Millar. Uno scrittore di fumetti che non è esattamente la panacea per la sanità mentale. tutto resta dentro Scozia. Soprattutto se è coinvolto il whisky. Ma nella parodia ci sono anche dei limiti. ‘Kingsman: Servizi Segreti‘ (2014) ha ballato molto correttamente all’interno del genere spia. All’epoca divenne l’alternativa a ‘James Bond‘, come era ai suoi tempi’Jason Bourne‘.

È un film di teppisti, divertente, semplice e pieno di azione.

Alcuni critici cinematografici pensavano che fosse il percorso di Vaughn. Ma basta rivedere la filmografia e lo stile di questo regista per rendersi conto che cercare questa strada in questa saga è come chiedere Menippo di Gadara smettila di essere cinico. ‘Kingsman: Il cerchio d’oro‘diventa’Kingsman: Servizi Segreti‘. Gamberra, divertente, semplice e piena di azione. Non spicca proprio per aver preso le distanze dalla prima puntata. Al contrario. Il sequel del franchise ha raccolto l’eredità del primo film e l’ha deturpata. Lo ha ampliato.

Recensione di Kingsman: The Golden Circle (2017)

Su ‘Kingsman: Il cerchio d’oro‘ la parodia è stata sublimata. È cresciuto ed è diventato indipendente. Vaughn non ha dovuto controllare questa volta il vena milliriana. L’anima di Millar si riversa in ogni scena attraverso una regia superba che sottolinea l’amore di Vaughn per il mondo dei fumetti. UN perfetta combinazione di regia, fotografia e scenografia che si traducono in un’estetica praticamente riconducibile a quella che potrebbe essere offerta dalle vignette di un’opera della nona arte.

Tutto qui è così surreale che potrebbe essere e non essere allo stesso tempo.

La colonna sonora originale stessa Henry Jackman e Matteo Margeson Ha più un film di supereroi che un film di spionaggio. O thriller. Come vuoi etichettarlo? Si può pensare al lavoro di alano silvestri su ‘I Vendicatori‘. o di Tyler Bates su ‘Guardiani della Galassia‘. Su ‘Kingsman: Il cerchio d’oro‘ i personaggi non volano, ma quasi. Non indossano collant, mantelle o maschere. Ma quasi. Tutto qui è così – malamente chiamato – surreale che potrebbe essere e non essere allo stesso temporisolvendo per sempre il paradosso shakespeariano.

Recensione di Kingsman: The Golden Circle (2017)

Tuttavia, all’interno del divertimento osceno che Matthew Vaughn sostiene in questa benedetta iperbole parodia che è “Kingsman: Il cerchio d’oro‘ c’è una realtà complicata. Forse due coesistono all’interno dello stesso problema. Sì è corretto. Questo seguito non sorprende più. Non ci dice nulla che non sappiamo o non abbiamo visto prima. L’unica bomba a orologeria che Vaughn aveva tra le mani era il ritorno di Colin Firth ed era già ordinato 20th Century Fox far esplodere la dinamite nella promozione del film.

Il problema più grande con “Kingsman: The Golden Circle” non è solo la ripetizione della formula, ma anche la struttura narrativa.

Ma all’interno di questa inevitabile ripetizione della formula – anche estendendola ulteriormente – c’è qualcosa di cui Vaughn non tiene conto. Oppure non ha smesso di pensare. Forse sì, e sta giocando con noi. Ma ‘Kingsman: Il cerchio d’oro‘ ha la stessa struttura narrativa del suo predecessore. Tracciato nel dettaglio. Non importa se viaggiano da un posto all’altro. E che ci presentano una nuova agenzia di spionaggio che varrebbe il suo peso in uno spin-off. O che anche il cambio generazionale di Taron Egerton con un channing tatum sfocato alla fine del film ho lasciato la porta del franchise semiaperta.

Recensione di Kingsman: The Golden Circle (2017)

Pensavo che questo film fosse lo stesso. Ma più. Sì. Hooligan, divertente, semplice e pieno di azione. E non abbiamo bisogno di nient’altro. Assolutamente nient’altro che un film teppista, divertente, semplice e ricco di azione. Perché Valle-Inclán diceva che l’immagine più bella è assurda in uno specchio concavo. Ma cosa succede se metti l’immagine più assurda in uno specchio concavo?

Lascia un commento

Gemma Artenton potrebbe recitare nel prequel di Alien

L’attrice Gemma Artenton potrebbe recitare nel nuovo film di Alien. In un’intervista al quotidiano britannico “The Sunday Times” (tramite Digital Spy) in occasione dell’imminente premiere di Tamara Drewe diretta da Stephen Frears, l’attrice Gemma Arterton ha dichiarato che incontrerà Ridley Scott sulla possibilità di recitare nel prequel di alieni Apparentemente, Scott è rimasto così colpito

Leer más »

Primo teaser trailer di “Un mostro sta venendo a trovarmi”

Spettacolare trailer di “Un mostro sta venendo a trovarmi”. Universal Pictures International Spain, Apaches Entertainment, Telecinco Cinema e La Trini Movies presentano il nuovo rompicapo rimorchio di un mostro viene a trovarmifilm diretto da JA Bayonne e protagonista Sigourney Weaver, Felicity Jones, Lewis MacDougall e Liam Neeson -nel ruolo del mostro-. Basato sull’omonimo romanzo di

Leer más »

Il budget esagerato che avrà la serie Il Signore degli Anelli

Amazon spenderà così tanti soldi per la serie Il Signore degli Anelli che il governo della Nuova Zelanda ha concesso loro una sovvenzione. Stanno girando la serie da un po’ Il Signore degli Anelli e ora hanno appena ricevuto una grande spinta dal governo della Nuova Zelanda. Secondo RNZun media locale in quel paese, amazzone

Leer más »

Il più epico dell’anno!

Il film Godzilla vs Kong promette di essere il più epico dell’intero anno 2021, ma avrà anche grandi momenti divertenti. Possiamo già leggere la prima reazione al film Godzilla contro Kong che porterà a una brutale battaglia tra due dei mostri più grandi e leggendari del cinema. Sembra che le persone che hanno potuto vederlo

Leer más »

Le chiavi del fallimento del riavvio dei “Power Rangers”.

Perché i Power Rangers hanno fallito? Il tuo direttore pensa di avere le risposte. “Power Rangers” è costato circa 100 milioni di dollari, ma ha incassato solo 140 milioni. Il che lo rende un tremendo fallimento. Negli Stati Uniti ne aveva solo 85 milioni. Oltre ai costi di promozione, sicuramente lo studio cinematografico Portaleoni soldi

Leer más »

Tim Allen rivela come è cambiata la commedia

L’attore comico Tim Allen rivela alcune differenze su cosa significa ora esibirsi sul palco di fronte alla gente. Tim Allen sarà sempre ricordato per serie televisive come Un pasticcio in casa, Uno per tutti e per aver prestato la sua voce a Buzz Lightyear nella versione originale dei film storia di giocattoli. Ma ora, è

Leer más »

Quando iniziano le riprese della terza stagione?

Dopo la fine della sua seconda stagione, i fan sono ansiosi del ritorno di The Mandalorian. Quando iniziano le riprese? Ancora una volta, The Mandalorian è riuscito a diventare una delle serie più seguite nel 2020. La sua seconda stagione è stata sorprendente, principalmente il suo finale con un giovane Luke Skywalker. Come risultato di

Leer más »

Questi sono i 5 live action che NON devi vedere prima di morire

Passare dai cartoni animati al live-action non è un compito facile, ma continuano a provarci. Ecco, ad esempio, 5 esempi di questo che è meglio non dimenticare. Ci sono film perfetti, molto buoni, buoni, normali, cattivi e questi 5 che nomineremo in questa nota. In realtà adattare una serie animata alla realtà non è stato

Leer más »