Film e Fumetti

Distillato di Joker, caos e follia in versione animata

“Lo scherzo che uccide” È un adattamento animato dell’omonimo fumetto. Alan Moore e Brian Bolland brutale. Perfetto. Magistrale. Ad eccezione di una prima parte che ha suscitato molte polemiche ma che, a mio avviso, è perfettamente eseguita e ha un retrogusto di brian azzarello formidabile.

Lo chiedevamo da tempo, e alla fine si è avverato. Circa un anno fa, il lato animato di Warner Bros. confermato nel SDCC2015 che, insieme alla conclusione della trilogia di Batman e Robin cosa significavacattivo sangue‘, si adatterebbe con un film d’animazione “The Killing Joke”. Un annuncio che ha motivato l’intero pubblico di DC I fumettiche aveva sognato a lungo un trasferimento sullo schermo delle vignette di quell’opera leggendaria che affascina i fan Batman e burlone dalla prima all’ultima pagina. Dalla prima goccia d’acqua all’ultima risata del clown. E, una rivoluzione intorno al Sole dopo, eccola qui. E non ha deluso.

Alan Moore e Brian Bolland hanno ridisegnato, nel decennio delle riformulazioni, il mito del più famoso nemico dell’Uomo Pipistrello. Non c’è mai stato un Joker come lui. E non ci sarà mai.

Joker - The Killing Joke - recensione

quando allan Moorein mezzo a fama e creatività, si è imbattuto nella possibilità di realizzare un fumetto Batman, gli era chiaro. Quale modo migliore per avvicinarsi a una graphic novel molto breve se non piazzando il burlone al centro della trama? Quello che nessuno si aspettava era quello che sarebbe successo dopo. appoggiandosi a Brian Bolland scatenato, che ha disegnato il Joker con ogni colpo di quei leggendari script del bardo di Northampton, Moore ha creato da zero tutto il simbolismo del principe del crimine pagliaccio. Sua è l’origine canonica rimasta nell’immaginario collettivo.

Tra il fumettista e l’illustratore britannico hanno distrutto le poche barriere rimaste, a quel tempo, nel mondo dei fumetti e ci hanno presentato una storia oscura, violenta e psicotica. Il Joker non è mai stato così scatenato come in quelle pagine (forse Frank Miller anche portato al massimo con “Il ritorno del cavaliere oscuro”). Non è mai stato così violento. Mai così sadico. Ci ha rivelato la psiche del Joker. Ha scoperto la benda e ci ha mostrato la realtà. La sua realtà. E ci è piaciuto.

L’adattamento cinematografico di “The Killing Joke” parte da zero, da materiale completamente nuovo. La storia è notevolmente trasformata, ma, nel complesso, può essere tollerata.

uccidere scherzo.jpg

brian azzarello È stato il partecipante più significativo in questa traduzione di “The Killing Joke” in animazione. Non a caso, lo sceneggiatore di cleveland conosce molto bene il protagonista dopo la sua esperienza in “Joker” (la graphic novel). Consapevole che era impossibile adattare il fumetto di Alan Moore e Brian Bolland senza essere all’altezza, e consapevole che lo sapevamo tutti, Azzarello ha ideato una storia come introduzione, con un antagonista mafioso che ha dato maggiore importanza a Batgirl (Barbara Gordon). E, senza saperlo, ha anche raccontato il retroscena di Batman.

Facendo bene le voci si sono riversateBatman Al di là‘, Azzarello colloca Batgirl e Batman in un contesto sociale vicino all’amore. Ma solo vicino. Stiamo parlando di Batman. La scena controversa di entrambi i rapporti sessuali ha già fatto il giro del mondo. Ci sono state molte lamentele al riguardo, a causa dell’importante cambiamento che rappresenta per la vera trama di “The Killing Joke”. Ma da tutta quella premessa, vale la pena evidenziare la profondità letteraria e la tridimensionalità che Azzarello raggiunge con il rapporto tra i due. Tra un Batman riluttante, che vuole che Batgirl se ne vada la sua guerra, e una Barbara Gordon che si rifiuta di gettare la spugna. Il tasto? “Non hai visto l’abisso che vedo tutti i giorni”, dice Batman. Quando Batgirl lo vede? “L’ho visto e non lo sopporto”. È allora che appare il Joker (odioso il suo doppiaggio in spagnolo, perfetto con la voce originale di Mark Hamill).

‘The Killing Joke’ è conforme, vignetta dopo vignetta, a quello che è il fumetto di Alan Moore e Brian Bolland. Follia e caos esistenziale che, uniti, fanno del racconto la massima espressione del disprezzo per la realtà e per l’esistenza dell’uomo medio.

The Killing Joke - spoiler - recensione

Ogni volta che leggo “The Killing Joke” e, dopo averlo visto anche io, penso sempre a una frase del gruppo musicale eroi di Silenzio: «La finzione è e sarà la mia unica realtà». La ricordo perché “The Killing Joke” ha momenti di vera espressività e simbolismo in relazione alla perdita della realtà (e, quindi, della personalità) in virtù di follia e caos senza pari. Joker è la massima rappresentazione di quel paradigma. La sua vita è come una canzone triste, suonata dalla sfortuna, dalla disperazione e dall’impotenza del perdente.

In “The Killing Joke”, il principe del crimine pagliaccio cambia da principe e clown a a la sublimazione del caos. «La cosa più ripugnante degli esseri umani sono le loro inutili e fragili nozioni di ordine e sanità mentale. Se metti troppo peso su di loro si rompono.. Ecco perché Joker, dopo aver sparato a Barbara Gordon e averle chiesto perché lo fa, il clown risponde: «Per provare qualcosa. Per il delitto”. La sua brutta giornata finisce per essere, tanto o più, la stessa brutta giornata che ha avuto Batman. Quel bambino, solo nel vicolo, con il corpo dei genitori ancora caldo per il sangue versato. batman e jolly I due pazzi del manicomio che scappano insieme. Uno, che saltò sull’altro tetto e assicurò all’altro che, con l’aiuto della sua torcia, avrebbe potuto attraversarlo. Ma la luce si è spenta. La luce si è spenta molto tempo fa. Ora, il destino riserva loro solo il mito di Sisifo. Finché non cade la pietra. Finché uno dei due non finisce per uccidere l’altro.

Batman - The Killing Joke - recensione

In sintesi, il film d’animazione “The Killing Joke” è un magnifico adattamento del fumetto di Alan Moore e Brian Bolland. Ad eccezione di quella prima parte, necessaria per ragioni audiovisive ma troppo audace per alcuni dei lettori più fedeli (sebbene superba nella sua esecuzione), il resto di questo nuovo prodotto audiovisivo di Animazione Warner Bros è superbo Perfetto. Tuttavia, consiglierò sempre di prendere il fumetto e di rileggerlo. E leggi. E rileggere. E leggilo di nuovo. Mille e una volta. Perché nemmeno un film d’animazione che sia il fumetto così com’è può eguagliare l’esperienza di toccare con mano la follia..

Lascia un commento

Il Superman di JJ Abrams non sarà collegato a Batman

Superman e Batman saranno riavviati dalla Warner Bros, ma sembra che il prossimo film di Man of Steel non sarà collegato alla versione di Robert Pattinson. Superman e Batman verranno riavviati negli anni a venire. Nel 2022, The Batman (La guerra per il pianeta delle scimmie) di Matt Reeves, con Robert Pattinson, uscirà nei cinema,

Leer más »

Benvenuti a Raccoon City è l’inizio di molte cose

Resident Evil è a pochi giorni dal riavvio del suo franchise e il regista ne ha già svelato la grande importanza. Dipingi di più. cattivo ospite È una delle saghe di videogiochi più famose di tutti i tempi. Pieno di momenti di terrore e azione infinita, puntate di capcom incantano un vasto pubblico dal 1996.

Leer más »

Le chiavi di un nuovo film di Hulk

Marco Ruffalò spiega quali sono le circostanze negative che costringono Marvel Studios non per preparare un film Hulk da solo durante il Fase 3 dell’Universo Cinematografico. Nonostante “Star Wars: Il risveglio della forza” (JJ Abrams, 2015) è la cosa più importante in questo momento Immagini Disneyla verità è “La casa dei sogni» non può tralasciare

Leer más »

Doctor Strange 2 potrebbe introdurre Namor nei Marvel Studios

Ultimamente si sente parlare di molte informazioni namor ed è sicuro che Marvel Studios vuole introdurre questo personaggio. Sarà in Doctor Strange 2? direttore di Dottor Strano Due, Scott Derricksonha infiammato i social network con un tweet con l’immagine della copertina di La paura stessa: The Deep #1 del 2011dove possiamo vedere stregone supremo da

Leer más »

Non credo che raggiungerà il livello di Tom Cruise

Con l’uscita nelle sale di Uncharted, Tom Holland e il suo regista Ruben Fleischer hanno visitato la Spagna e hanno potuto parlare con Cinemascomics del film Prima di Tom Holland Inesplorato film basato sul popolare franchise di videogiochi creato da Cane cattivoin cui interpreta Nathan Drake, un giovane ladro astuto reclutato dal veterano cacciatore di

Leer más »

Tom Holland ha questo da dire sul film Shang-Chi

Tom Holland nei panni di Spider-Man e Simu Liu nei panni di Shang-Chi ai Marvel Studios L’attore Tom Holland dimostra di essere un grande fan dei Marvel Studios e sappiamo già cosa ne pensa del film Shang-Chi e della leggenda dei dieci anelli (2021). L’attore Simu Liu è il protagonista del film Shang-Chi e la

Leer más »

Keanu Reeves vorrebbe che Neo apparisse in Mortal Kombat?

Combattimento mortale sempre sorpreso dall’aggiunta di personaggi basati su franchise famosi. Ma a Keanu Reeves piacerebbe che aggiungessero Neo o John Wick? Combattimento mortale ha aggiunto diversi personaggi iconici nelle sue ultime puntate. Per di qua, i giocatori hanno potuto godere di figure come RoboCop, Rambo, Spawn o Terminator, per citare solo alcuni esempi. Non

Leer más »

Gal Gadot risponde alla controversia femminista di Wonder Woman con l’ONU

L’attrice che al cinema dà vita a Wonder Woman, Gal Gadot, risponde alla polemica femminista scatenata alle Nazioni Unite attorno al personaggio della DC Comics La scorsa settimana c’è stato un fermento femminista legato a Meraviglia Donna. Nominato ambasciatore delle Nazioni Unite per una campagna per l’uguaglianza di genere, il personaggio di DC Comics è

Leer más »