Film e Fumetti

[CRÍTICA] “Power Rangers” aggiorna il mito adolescenziale degli anni ’90

Il primo adattamento dei “Power Rangers” sul grande schermo si sente molto a suo agio nei suoi eccessi del cinema scolastico.

Dean Israelite costruisce un film da regista abituato a gruppi di giovani; comprende i loro bisogni e sa come estrapolarli nel campo dei supereroi.

Giugno, 2016. L’adattamento cinematografico di guerra per mano di Duncan Jones. Nessuno sembra essere chiaro che sia l’alba di quel gigantesco universo, che si traduce in una cascata di critici che si lamentano della mancanza di profondità morale nella trama. Viene annunciato il ritorno dei ‘Power Rangers’ nell’immaginario collettivo.

Aprile 2017. Il remake di Power Rangers si fa spazio su un cartellone pubblicitario pieno di anteprime di un’altra epoca – vedi Fantasma nella conchiglia o La bella e la bestia– continuare a chiarire che siamo in un momento di crisi ideologica.

Ebbene, a 20 anni dalla fine dell’avventura televisiva, questo nuovo gruppo di adolescenti al servizio del maresciallo Zordon non ha solo abiti all’altezza dell’occasione, ma anche riescono ad aggiornare con effetti idiosincratici. Concepiti fin dall’inizio sotto l’ombrello del genere Tokusatsu, questi curiosi personaggi hanno segnato la roadmap televisiva negli anni di transizione tra il boom degli anni ’80 e l’inizio del nuovo millennio. Eredi del serial giapponese Serie Super Sentai e da concetto centrale che ha plasmato la grande serie di cartoni animati della fine degli anni ’70, sono diventati il ​​mito adolescenziale che salvaguardava la pace sul pianeta, grazie al suo messaggio di unità e cooperazione; di fratellanza e lealtà. Dean Israelite, dichiarato fan del franchise creato da Haim Saban e abituato a gruppi di giovani -diretto Progetto Almanacco-, e lo sceneggiatore John Gatins è stato incaricato di dare questo restyling al design generale del primo embrione nordamericano (potente morfina Power Rangers), rispettandone in parte le chiavi e costruendo ponti con i nuovi tempi. Un traguardo che fa soffrire la storia allo stesso modo che guerra ha sofferto nei suoi primi passi cinematografici: la gestione del tempo e, per estensione, della logica.

Power Rangers

In poco più di due ore, ognuno dei personaggi deve essere presentato, assemblato e definito – estranei manuali in un mondo costruito sulle classi sociali che sono i protagonisti della cronaca più immediata -, il che riduce inevitabilmente la probabilità di: un ) dedicare del tempo alla trama per spiegare, in minima parte, il processo di unione del gruppo e come affronta il suo nuovo presente; e b) aumentare le scene d’azione fino a raggiungere il 50/50. Questo è, in linea di massima, ciò che fa Power Rangers un riavvio minore, ridotto a un minimo preoccupante e interessato esclusivamente a portare follia e ritmo collegiali al riavvio del franchise. Anche se… Nonostante non ci sia una plausibile evoluzione, il sistema di fuochi d’artificio che Israelite mette in funzione per catturare l’attenzione dei nuovi fan pre-adulti non è del tutto sbagliato, dopo aver tentato (troppo) a lungo di renderci complici della condizione dei protagonisti. In effetti, non arriva il momento che questo nuovo gruppo di seguaci è abituato a essere pietrificato da colori sgargianti, uniformi in stile Stark Enterprises e un cattivo chiaramente al di sopra dei guardiani –quanto è grande Elizabeth Banks nei panni di Rita Repulsa-.

Power Rangers

L’insieme, disarticolato ai fini pratici, vive un paradosso quando fa emergere la sfilata di icone degli anni Ottanta; se puoi godertelo, è proprio perché le immagini si susseguono come stelle cadenti e tutto il divertimento è concentrato nel poco spazio-tempo che lascia l’israelita, così che, per quanto si possa maledire la mancanza di coerenza tra le aspettative dell’inizio e il tutto-succede della fine, si scopre che stiamo impazzendo (di nuovo) con il Metamorphosis Network. saremo d’accordo Power Rangers Funziona come materiale demolitore dall’approccio, quel vivere di icone e nostalgia al prezzo che costa. Resta però nell’aria che questo simulacro di grande intrattenimento cinematografico finisca, per la spinta di chi vuole aggiungersi power ranger 2 un altro capitolo in una versione estesa, in un futuro revival molto, molto poco ortodosso, con questi supereroi che sviluppano la loro profondità morale in una storia crepuscolare, piovosa ed epica come merita ogni rappresentante della società nella finzione. Questo non solo ti porta ai momenti della sciocca scatola, ma al mezzo minuto in cui hai urlato “Vai, vai, vai” alla tua ultima bambola vivente e il braccio di plastica di questa è scivolato a terra proprio come il tuo l’anima vede esso.

Il trailer di “Power Rangers”.

Lascia un commento

L’ultima Gemma dell’Infinito potrebbe essere in Wakanda

Le ultime indiscrezioni sulla posizione dell’ultima Pietra dell’Infinito della Marvel puntano sul Wakanda. Ma potrebbe esserci una connessione con “Black Panther” Dov’è l’ultima Pietra dell’Infinito? Che rapporto puoi avere con ‘Pantera nera‘? Rimane ancora molto da sapere su ‘Vendicatori: Infinity War‘. Anche se il film è già in produzione. Tuttavia, l’anno prossimo, insieme alla terza

Leer más »

Dave Bautista potrebbe tornare in Army of the Dead 2

Dave Bautista potrebbe tornare in Army of the Dead 2 L’attore Dave Bautista, che interpreta il duro mercenario Scott Ward nel primo episodio, potrebbe tornare in Army of the Dead 2. Attenzione SPOILER. È appena stato presentato in anteprima L’esercito dei morti da Zack Snyder su Netflix e sta riscuotendo un enorme successo anche se

Leer más »

‘EVA’ parteciperà alla Mostra del Cinema di Venezia

Il film spagnolo EVA sarà al famoso Festival. Il film d’esordio di Kike Maíllo ‘EVA’, film futuristico che aprirà il prossimo Festival Internazionale del Film Fantastico di Sitges, parteciperà nella Sezione Ufficiale fuori concorso alla prossima Mostra del Cinema di Venezia. Il film segna il debutto alla regia di Kike Maíllo (con una vasta esperienza

Leer más »

DC cerca progetti per adattare Vertigo Comics per la TV

Sanguinamento freddo ha condiviso una voce che lo assicura DC-Intrattenimento intende realizzare progetti con un “budget moderato” che adattino la linea editoriale alla televisione Vertigineincentrato su un pubblico molto più adulto. Tenuto conto che il piccolo schermo sta vivendo la “Golden Age” in termini di serie televisive, è normale che i grandi studi e le

Leer más »

Hugh Jackman potrebbe essere Wolverine in 2 film dei Marvel Studios

Da qualche tempo si ipotizzava che Hugh Jackman potesse tornare nei panni di Wolverine nell’universo cinematografico dei Marvel Studios, ma potrebbe essere in due film diversi. Attenzione SPOILER. Le persone stanno reagendo in modo molto positivo Spider-Man: Non c’è modo di tornare a casa e soprattutto al ritorno da Andrea Garfield e Tobey Maguire Come

Leer más »

Svelati ulteriori dettagli sull’ultimo capitolo

Svelata la data di uscita ufficiale dell’ultimo capitolo su cui il creatore della serie ha lavorato direttamente. BerserkKentaro Miura. Il capitolo 364 detta il finale più atteso per i fan dei manga. Sono passati più di 30 anni da allora Kentaro Miura svelato il progetto Berserk nel 1988. Si temeva che l’arte del capitolo 364

Leer más »

Dark ha rivelato il trailer e la data della premiere della terza stagione

Serie TV Netflix Dark ha recentemente rilasciato il trailer della sua terza e ultima stagione. La serie Netflix ha anche confermato la sua data di uscita e ha fornito nuovi dettagli su ciò che accadrà. Senza dubbio, la fine della seconda stagione di Scuro ha lasciato indifferenti pochissimi fan della serie Netflix. Dopo tanta attesa,

Leer más »