Film e Fumetti

Critica di Terminator: Genesi non necessaria e insufficiente

Abbiamo già potuto vedere ‘Terminator: Genesis’ e vi proponiamo le critiche al film.

Venerdì prossimo, 10 luglio, debutterà nelle sale spagnole il nuovo film Terminator: Genesis, con un cast guidato ancora una volta da Arnold Schwarzenegger, ma che comprende Emilia Clarke (Il Trono di Spade), Jason Clarke (El Amanecer del Planeta of the Apes), Jai Courtney (Suicide Squad), JK Simmons (Whiplash), Lee Byung-Hun (Red 2) e Matt Smith (Doctor Who).

In questa occasione, questo riavvio è diretto da Alan Taylor, lo stesso che ha diretto i capitoli di Game of Thrones e che è stato bruciato dalla sua relazione con i Marvel Studios dopo aver girato “Thor: The Dark World”. In questa occasione, la sceneggiatura è firmata da Laeta Kalogridis e Patrick Lussier.

Terminatore: Genesi

Quanto alla trama, è ben nota ai fan della saga ideata da James Cameron e maltrattata da Jonathan Mostow e McG. In questo modo, la storia ci racconta ancora una volta come John Connor (Jason Clarke) guida la Resistenza Umana per sconfiggere Skynet nel 2029 e sconfiggere le macchine. Ma vedendo la loro sconfitta, Skynet manderà un terminatore indietro nel tempo per uccidere Sarah Connor (Emilia Clarke) prima che dia alla luce John, assicurando così la vittoria alle macchine. Ma John manda il suo scagnozzo, Kyle Reese (Jai Courtney), indietro nel tempo per proteggere la madre del suo leader, ma nulla sarà come gli era stato detto.

Inizia così questo reboot dei due film di James Cameron, che utilizza le due parti filmate dal regista di Avatar come un passato alternativo, e racconta un nuovo presente modificato per il fatto che un primo terminator (Schwarzenegger) è arrivato nel 1973 per proteggere una giovanissima Sarah, diventando la sua protettrice e trasformandola in una guerriera, e non nell’inoffensiva damigella che Kyle Reese si aspettava di trovare, cioè, come Linda Hamilton in ‘Terminator’ (1984).

Iniziano così i continui ammiccamenti ai film originali, mentre si procede a venerare quanto fatto da Cameron e a sradicare ogni traccia seminata da ‘Terminator 3: Rise of the Machines’ o ‘Terminator: Salvation’. Così, nei continui richiami alle prime due puntate, troviamo i momenti migliori di questo superfluo e insufficiente reboot, che non riesce a mettere in secondo piano l’opera di James Cameron, ma che almeno riesce ad alleviare un po’ il disagio generato dal altre continuazioni della serie saga. Vale a dire, siamo di fronte a un sequel di “Terminator 2: The Last Judgment” più degno del terzo capitolo realizzato 12 anni fa.

Le linee temporali di Terminator: Genisys rendono difficile seguire la trama.

Insieme a questo, ci troviamo di fronte a un vero e proprio grattacapo in termini di trattamento delle linee temporali, pensato per sorprendere lo spettatore, ma che riesce solo a distrarlo dalla trama principale, priva di ogni inventiva e originalità. Quindi, al di là della distruzione della storia originale a seguito di questa reinterpretazione del passato di Sarah Connor, è rimasto poco di straordinario, al di là di uno Schwarzenegger che continua ad essere il migliore del franchise, anche se qui adotta un ruolo più secondario, a favore di un Emilia Clarke e di un Jai Courtney ben lontani dal poter eclissare i loro omonimi nella versione originale. Per non parlare di una certa distruzione per un personaggio iconico ed emblematico, che non citerò per evitare inutili spoiler.

Per tutti questi motivi, “Terminator: Genesis” si presenta come un riavvio non necessario, ma con risultati migliori di quelli offerti da “Terminator 3: Rise of the Machines” o “Terminator: Salvation”. Anche così, è lontano dal livello di maestria intrapreso da James Cameron, dato che poche (o nessuna) scene di questo film entreranno negli annali della storia del cinema.

Seguici su Twitter: @cinema e @EduQuintana16

Lascia un commento

Batman. Speciale Detective Comics 1027. Mille notti a Gotham

1000 numeri di Batman nell’intestazione che lo hanno visto nascere meritano una celebrazione, e i suoi migliori autori lo fanno con stile. Tornano per lasciare il loro piccolo omaggio i grandi autori che hanno reso grande Batman: Grant Morrison, Scott Snyder, Tom King, Marv Wolfman tra gli altri tornano ai testi accompagnati dal presente e

Leer más »

Raccomandazione di Pasqua: Star Wars. Soldati della morte

“Death troopers” è una svolta sul tema degli zombi portato questa volta nell’universo di Star Wars. All’inizio la sua copertina può riportarci indietro e farci pensare “Stanno esagerando con questa moda da zombi anche nella zuppa”tuttavia, dopo aver letto scopriamo una storia divertente e birichina ambientata su un Empire Star Destroyer. ‘Death troopers’ è un

Leer más »

Mortal Engines e The Hobbit sono errori copiati

Il nuovo film di Peter Jackson, Mortal Engines, fa gli stessi errori dello Hobbit ma ne esce peggio Motori mortali potrebbe significare fino a 150 milioni di perdite per la Universal. L’adattamento del romanzo YA di Philip Reeve Mortal Engines è fallito nel suo weekend di apertura al botteghino. Dietro questo ci sono diverse ragioni,

Leer más »

‘American Horror Story: Coven’, una congrega brillante

Poster promozionale per “American Horror Story: Coven” ‘Storia dell’orrore americana’ è tornato in Spagna dalle mani di Fox Mercoledì scorso, 13 novembre, è stato rilasciato “AHS: Coven”, il terzo capitolo della popolare miniserie. La narrativa, che si è reinventata ancora una volta, ha dimostrato che nella testa di Ryan Murphy, il suo creatore insieme a

Leer más »

I fan iniziano la campagna per ripristinare lo SnyderVerse

Dopo l’uscita di Justice League di Zack Snyder, i fan hanno iniziato una campagna per ripristinare lo SnyderVerse. Dopo una campagna di tre anni, i fan sono finalmente riusciti a convincere la Warner Bros e la DC a permettere a Zack Snyder di finire la sua versione di Justice League, che è diventata un successo

Leer más »

L’ascesa di Skywalker. Matt Smith avrà un personaggio?

Star Wars: L’ascesa di Skywalker è molto vicino alla sua tanto attesa premiere. Il nastro ha pubblicato il suo ultimo trailer e ancora una volta la voce è stata ripresa fabbro opaco Sarà nel film o no? Alcune immagini trapelate lo collegano a un personaggio, ma è lui? Per molto tempo, fabbro opaco ha giocato

Leer más »

Primo trailer di STAR WARS: THE BAD SHIPMENT

Disney+ ha presentato le prime immagini della serie animata di Star Wars: The Bad Remittance Il trailer è ora disponibile Star Wars: La cattiva spedizione da Lucasfilm. La nuova serie Disney+ Original arriverà esclusivamente su Disney+ il 4 maggio con la prima di uno speciale di 70 minuti, a cui seguiranno nuovi episodi ogni venerdì,

Leer más »